Il valore della vaccinazione anti-Herpes Zoster
nei pazienti con immunodeficit

L’immunodepressione primitiva, legata a malattie del sistema immunitario e quella secondaria, conseguenza di terapia farmacologica, possono rendere il paziente particolarmente a rischio di malattie infettive; nello specifico, le evidenze in letteratura riportano, tra le altre, un rischio aumentato per Herpes zoster nei soggetti reumatologici in trattamento con farmaci biologici. A questo proposito, il Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2017-2019 ha introdotto nel Calendario di Vaccinazione per la vita, l’offerta della vaccinazione anti-HZ per la coorte dei 65enni e per i soggetti, di età pari o superiore a 50 anni, affetti da patologie che aumentano il rischio di sviluppare HZ o ne aggravano il quadro sintomatologico. Il primo vaccino anti-HZ disponibile sul mercato è stato un vaccino a virus vivo-attenuato, approvato nel 2006 dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense; tale vaccino ha dimostrato una efficacia del 51% nel ridurre il rischio di malattia e del 67% nel ridurre il rischio di complicanze (es. nevralgia post-erpetica). Questo vaccino è tuttavia controindicato per i soggetti con compromissione del sistema immunitario, inclusa la immunodepressione secondaria all’utilizzo dei farmaci. Risulta attualmente disponibile un vaccino ricombinante adiuvato anti-HZ, approvato nel 2017 dalla FDA e nel 2018 dall'Agenzia Europea del Farmaco (EMA), raccomandato per tutti i soggetti sopra i 50 anni, inclusi i soggetti affetti da patologia cronica. Due dosi di vaccino garantiscono una protezione nei confronti della malattia del 97% negli adulti compresi tra 50 e 69 anni e del 91% nei soggetti 70+ anni; con riferimento alla nevralgia post-erpetica, l’efficacia è del 91% negli adulti compresi tra 50 e 69 anni e dell’89% nei soggetti 70+ anni. Inoltre, le evidenze in letteratura raccomandano la somministrazione del vaccino anche ai soggetti sottoposti a terapia immunosoppressiva, per i quali, in precedenza, questa tipologia di prevenzione vaccinale era stata controindicata. Responsabile scientifico: prof. Pasquale Stefanizzi. Presidente: prof. Silvio Tafuri. Realizzato con la sponsorizzazione non condizionante di GSK

DATA E ORA INIZIO: 18/02/2022 08:30

CITTÀ: Bari

LUOGO: Aula magna 'G. De Benedictis' Scuola di Medicina

INDIRIZZO: AOUC Policlinico di Bari

ORGANIZZATORE: Università degli Studi di Bari 'Aldo Moro'

DURATA: 8 ore

CREDITI: Ecm: 7

INFO: Sito web

MAGGIO 2022
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
indicatore_dx
indicatore_sx
Pugliaconvegni il portale dei convegni in Puglia

Quotidiano on line registrato al Tribunale di Bari l'11/05/2018
Num. R.G. 2572/2018 - Num. R.S. 7/2018
Proprietario/Editore: Centro Relazioni Media P.I. 07508640724
Direttore Responsabile: Michele Papavero - T. 340.0093657
Sede legale: via Marchese di Montrone, 60 - 70122 Bari

Privacy Policy Cookie Policy

SEGUICI SU



© 2014 - 2022
jcom italia web comunicazione marketing e-commerce sito internet registrazione domini hosting web made in italy jcom italia web comunicazione marketing e-commerce sito internet registrazione domini hosting